IL RISPETTO DELLA NATURA PRIMA DI TUTTO
L’ambiente forestale è prima di tutto il luogo di vita per molte piante a animali.
Nel bosco è bene camminare piano, soffermandosi frequentemente, guardandosi attorno e di tanto in tanto ascoltando. La foresta non è solo un insieme di alberi, ma un mondo in cui ogni essere vivente (alberi, arbusti, erbe, animali piccoli e grandi) ha un ruolo indispensabile nei confronti dei delicati equilibri che regolano la natura, quest’universo vivente dominato dalla varietà , dal dinamismo e dall’armonia.
Osservare ogni elemento con curiosità; anche fra le piccole radici degli alberi, dove il terreno è eroso: in ogni punto ove si dirige lo sguardo, c’è tantissima vita, miliardi e miliardi di organismi più o meno piccoli, spesso invisibili, ma che operano incessantemente per consentire la vita di tutti gli altri esseri viventi che vedono il cielo.
Vivete il bosco con tutti i sensi, per apprezzare le infinite varietà di suoni, colori , odori, gusti e forme . Apprezzate ogni singola sfumatura . Osservate il verde della vegetazione e nel verde tutti gli altri colori che stagione dopo stagione dipingono il paesaggio. Ascoltate le tante voci della foresta, compresa quella più bella: il silenzio. Sentite con i piedi e con le mani la morbidezza del muschio, la freschezza della lettiera, le irregolarità della pelle di ogni albero, la corteccia. Apprezzate i profumi della natura: quello pungente della resina, quello penetrante del suolo forestale, quello balsamico delle foglie, quello etereo dell’aria. I profumi e i rumori della foresta vi permettono di viaggiare nel tempo.
LA NATURA CI HA DONATO TANTO E CONTINUA A FARLO. PORGIAMOLE ANCHE NOI TUTTA LA RICONOSCENZA CHE MERITA!

INDICAZIONI E NORME COMPORTAMENTALI:
I sentieri indicati di seguito sono di facile percorribilità (grado di difficoltà: E). Sviluppandosi all’interno di un ambiente forestale, è comunque frequente incontrare piccole irregolarità lungo il percorso (radici, pietre, buche). Si consiglia pertanto un abbigliamento adatto e calzature da trekking.
Questi percorsi non sono adatti a persone con patologie cardiache importanti, stati influenzali e infiammatori in corso, pressione sanguigna instabile, dismenorrea e metrorragie in corso, gravidanze accertate, assunzione di psicofarmaci o farmaci vitali, diabete (di tipo 1 o 2) e allergie riferite (respiratorie e da contatto) e shock anafilattici presumibili: sono infatti presenti specie forestali che producono pollini con potenziale allergenico (nocciolo, pioppo e ontano , betulla, ecc.).

Si indicano di seguito i percorsi che la Magnifica Comunità di Fiemme ha selezionato per il benessere forestale. Buona rilassamento!

Il PERCORSO DEL BOSCO DINAMICO

Per la maggior parte pianeggiante, questo percorso si sviluppa all’interno di boschi curiosamente dinamici sia per età che per tipologia di piante (abete rosso, abete bianco , pino silvestre, nocciolo, ecc.), fra paesaggi boscati e scorci panoramici sulla valle di Fiemme. La presenza di piccole torbiere, dall’elevatissimo valore ecologico, eleva ulteriormente il pregio di questo sentiero. La presenza di boschi pianeggianti e con un sottobosco a dominanza di muschi suscitano a chi percorre questo sentiero sensazioni di rilassamento e protezione . La lunghezza complessiva è di circa 700 m.

Attualmente questo percorso è APERTO

Il PERCORSO DELL’ACQUA

Un torrente nella parte finale del percorso, tratti in parte pianeggianti e in parte in pendenza, in parte all’interno di bellissimi boschi di abete rosso , abete bianco e pino silvestre e in parte in aree aperte (torbiere, piccoli laghetti nascosti e aree rocciose) caratterizzano questo sentiero. Il rilassamento diventa un atto spontaneo.

La lunghezza complessiva è di circa 1000 m.

Attualmente questo percorso è APERTO

Il PERCORSO DEI PATRIARCHI

Un gruppo di piante antiche, monumentali per forma e dimensioni, è il simbolo di questo sentiero. Pianeggiante e completamente immerso in boschi di abete rosso e pino silvestre, quando s’incontrano i patriarchi si può condividere con loro momenti emozionanti e la saggezza che solo gli esseri antichi possono trasmettere.

La lunghezza complessiva è di circa 450 m.

Attualmente questo percorso è APERTO

Il PERCORSO DEL LAGHETTO EFFIMERO

Un laghetto che appare solo in alcuni periodi dell’anno contraddistingue questo sentiero. Radure, piccole torbiere e altri spazi aperti evocano libertà e tranquillità. I boschi più o meno fitti evocano protezione.

La lunghezza complessiva è di circa 250 m.

Attualmente questo percorso è APERTO

Lo hai trovato interessante? Condividilo