Sezione tronchi Tagliati Magnifica Comunità di Fiemme Rinascita dei boschi di Fiemme I boschi della val di fiemme I boscaioli della magnifica comunità di fiemme I pascoli in val di fiemme

Magnifica Comunità
di Fiemme

Le Foreste

Magnifica Comunità
di Fiemme

Il Palazzo, Museo Pinacoteca

Il Patrimonio Forestale

I boschi della Magnifica Comunità di Fiemme

La Magnifica Comunità di Fiemme è proprietaria di più di 20.000 ettari di territorio, che nel complesso rappresenta quasi la metà della superficie della valle di Fiemme.
Esso è costituito soprattutto da boschi (circa il 65 %), pascoli (più del 28%), mentre la rimanente superficie è classificata come improduttivo (poco più del 6%).

Suddivisione del patrimonio forestale

I Boschi

Questo immenso polmone verde di proprietà, a livello gestionale, si suddivide in 10 distretti forestali, amministrati mediante altrettanti Piani di Gestione Forestale, a revisione ventennale (consultabili presso i nostri uffici).

La direzione e il coordinamento del patrimonio forestale dell’Ente è affidato all’Ufficio Tecnico Forestale (UTF) della Magnifica Comunità di Fiemme.

Del patrimonio boschivo, oltre 9.000 ettari (72% circa) sono costituiti da boschi con funzione produttiva (da cui cioè, mediante un’attenta gestione, viene prelevato legname pregiato, richiesto dal il settore edile, manifatturiero e sonoro), mentre i rimanenti hanno prevalente funzione protettiva (tutela del vincolo idrogeologico del territorio).

Ogni anno i nostri boschi crescono occupando la superficie equivalente a 80 campi da calcio!

La provvigione totale (massa legnosa delle piante insistenti) assomma a più di 3.700.000 metri cubi, mentre la ripresa tariffaria (massa legnosa prelevabile dal bosco, quantificata con lo stesso metodo e con le stesse “tariffe” usate negli inventari ventennali) è di oltre mc 44.000 annui, a fronte di un incremento corrente di circa 64.000 mc/annui.

Suddivisione del patrimonio forestale

I dati sopra riportati fanno riferimento ai valori medi indicativi. La situazione puntuale ed aggiornata è disponibile presso l’UTF, in quanto si tratta di dati interessati da variazioni periodiche, sulla base degli aggiornamenti degli inventari forestali.

Con il legname prodotto ogni giorno dai nostri boschi riusciremmo a costruire una casa di 120 metri quadrati di superficie.

L’utilizzazione ed il trasporto del prodotto legnoso avvengono mediante l’affidamento a ditte locali specializzate, le quali provvedono al taglio delle piante assegnate dall’Ufficio Tecnico Forestale, al loro allestimento secondo gli assortimenti richiesti e all’esbosco fino alle strade e/o alle piazze di deposito. Dai piazzali di deposito, poi, mediante autocarri appositamente attrezzati, il legname viene condotto alla segheria di proprietà della Magnifica Comunità di Fiemme, situata a Ziano di Fiemme. Complessivamente ruotano attorno ai lavori appaltati dalla Comunità circa 15-20 di ditte boschive artigiane ed una decina di ditte specializzate per il trasporto. A questi si aggiungono gli operai, direttamente assunti, con contratti a tempo determinato o indeterminato, che vengono impiegati nei lavori di manutenzione del patrimonio (strade, edifici rurali, ecc.), nelle cure colturali e nei primi diradamenti.

I Pascoli

I pascoli della Magnifica Comunità di Fiemme

Una parte del territorio di proprietà viene utilizzata per l’alpeggio del bestiame durante il periodo estivo, che d’inverno dimora nelle moderne stalle del fondo valle.

Si tratta delle aree a pascolo, dove generalmente viene alpeggiato bestiame bovino e ovi-caprino. I quasi 6.500 ha di pascoli sono riconducibili a una ventina di malghe, che, secondo un progetto di complessiva ristrutturazione del patrimonio edilizio montano, la Comunità sta gradualmente recuperando ed ammodernando, sia negli edifici destinati a ricovero dei pastori, sia per le strutture di stalla e di trasformazione dei prodotti caseari.

FSC LOGO
ISCRIVITI ALLA NEWS LETTER